Condizioni Generali di Vendita – Nuova Kiwi S.r.l.

1– AMBITO DI APPLICAZIONE DELLE PRESENTI CONDIZIONI GENERALI

1.1 – Le presenti condizioni generali (di seguito “CGV”) disciplinano tutti gli attuali e futuri rapporti tra le parti relativi alla fornitura di prodotti in genere di Nuova Kiwi S.r.l. (di seguito “Fornitore”). Le CGV possono essere derogate, anche per singole previsioni, esclusivamente in forza di documento sottoscritto dal Fornitore e contemplato nella conferma d’ordine inviata dallo stesso.
1.2 – A meno che non siano state specificamente approvate per iscritto dal Fornitore dovranno, invece, ritenersi prive di effetto le condizioni generali o speciali difformi dalle presenti CGV e che siano riportate o richiamate dall’acquirente (di seguito “Cliente”) nelle sue comunicazioni al Fornitore, mentre nessun valore avranno eventuali condizioni generali o speciali del Cliente non espressamente richiamate da quest’ultimo.

2 – FORMAZIONE DEL CONTRATTO
2.1 – Eventuali offerte del Fornitore si considerano valide limitatamente al periodo di tempo indicato sulle medesime ed esclusivamente per l’integrale fornitura di quanto nelle stesse quotato. In mancanza di espressa indicazione del periodo di durata dell’offerta del Fornitore, questa si intenderà comunque decaduta e non vincolante per lo stesso una volta trascorsi 30 giorni dalla data di invio, salva diversa dichiarazione del Fornitore.
2.2 – Il contratto di fornitura tra il Fornitore ed il Cliente si perfeziona con la conferma scritta del Fornitore di accettazione dell’ordine. Nessun principio di esecuzione avrà inizio senza la conferma scritta da parte del Fornitore.
2.3 – Tuttavia se le condizioni indicate nell’ordine del Cliente differiscono da quelle della conferma scritta del Fornitore, queste ultime valgono come nuova proposta ed il contratto si intende perfezionato nel momento in cui il Cliente inizia a darvi esecuzione o accetta i prodotti senza espressa riserva scritta.
2.4 – Una volta confermato per iscritto dal Fornitore, l’ordine è irrevocabile. Qualora il Cliente non dia esecuzione all’impegno assunto con l’ordine accettato come sopra dal Fornitore, è fatta salva per quest’ultimo la facoltà di esigerne l’esecuzione in forma specifica, ovvero in alternativa di ritenere risolto il contratto per fatto e colpa del Cliente, con conseguente pagamento da parte del Cliente a titolo di risarcimento del danno di una penale pari ad un terzo dell’importo della fornitura, oltre al rimborso delle spese sostenute.

3 – DATI TECNICI, DISEGNI, DOCUMENTI INERENTI ALLA FORNITURA
3.1 – I dati e le illustrazioni risultanti dai cataloghi, prospetti, circolari o altri documenti illustrativi del Fornitore hanno carattere indicativo e sono pertanto soggetti a tolleranza. Tali dati non hanno valore impegnativo se non espressamente menzionati come tali nella conferma d’ordine del Fornitore.
3.2 – Il Fornitore si riserva la facoltà di apportare in qualunque momento ai propri prodotti le modifiche che ritenesse convenienti, dandone notizia al Cliente se interessano l’istallazione.
3.3 – Qualora il Cliente proponesse delle modifiche ai prodotti, affinché le medesime divengano di obbligatoria esecuzione, dovrà esistere pieno accordo scritto tra le parti sull’accettazione delle modifiche, sulle variazioni che tali modifiche dovessero occasionare sui prezzi e sui periodi di consegna precedentemente stabiliti. I prezzi potranno inoltre subire variazioni qualora le quantità ordinate vengano ridotte o venga richiesta una consegna più sollecita rispetto a quanto già concordato.
3.4 – Il Cliente s’impegna espressamente a non far uso, per ragioni diverse da quelle previste nel contratto di fornitura, dei disegni, delle informazioni tecniche e dei ritrovati relativi alla fornitura, che restano di proprietà del Fornitore e che il Cliente non può comunicare/consegnare a terzi né riprodurre senza autorizzazione scritta del Fornitore.
3.5 – Il Cliente è tenuto ad informare il Fornitore, in fase precontrattuale, dell’esistenza di eventuali normative particolari da rispettare nel Paese di destinazione finale della merce da fornire. In ogni caso il Cliente è responsabile del rispetto da parte dei prodotti della normativa di riferimento, e s’impegna a manlevare il Fornitore da qualsiasi conseguenza pregiudizievole derivante dall’immissione nel mercato di destinazione di merce non conforme alla normativa del Paese di destinazione.
3.6 – Il documento di trasporto dei prodotti riporta il codice interno attribuito dal Fornitore, unitamente all’ordine di riferimento del Cliente,alla descrizione del materiale ed alla quantità. Qualsiasi riferimento ad ulteriori dati deve essere chiesto per iscritto dal Cliente al Fornitore al momento dell’ordine, fatta comunque salva la facoltà del Fornitore di non evadere la richiesta.
3.7 – In ogni caso il Cliente deve informare il Fornitore in fase precontrattuale se ha necessità di documenti dedicati, quali certificati di collaudo, istruzioni particolari etc. Il Fornitore si riserva la facoltà di non evadere eventuali richieste di documenti dedicati pervenute successivamente alla sua conferma d’ordine. In caso di riscontro positivo da parte del Fornitore, il Cliente dovrà accollarsi eventuali costi necessari alle integrazioni e il Fornitore viene esonerato da responsabilità per ritardi di consegna etc.
3.8 – Qualora il Cliente fornisca al Fornitore componenti destinati ad essere incorporati nei prodotti finiti, il Fornitore, che s’impegna a custodirli con la dovuta diligenza,non è in alcun modo responsabile della conformità di tali componenti, la cui verifica grava sul Cliente il quale ha altresì l’obbligo di manlevare il Fornitore da ogni conseguenza pregiudizievole.

4 – ESCLUSIONI
4.1 – Salvo diverso accordo scritto tra le parti, non sono compresi nella fornitura il progetto del sistema, l’istallazione delle apparecchiature fornite, specifici collaudi, manuali e corsi di addestramento, assistenza all’avviamento e tutte le prestazioni e gli oneri non menzionati dal Fornitore nell’accettazione dell’ordine.
4.2 – Analogamente le imposte, i bolli, le spese doganali, i dazi ed ogni altro onere aggiuntivo non sono compresi nei prezzi se non risulta altrimenti dalla conferma scritta del Fornitore di accettazione dell’ordine.

5 – CONSEGNE
5.1 – Salvo patto contrario, le forniture si intendono per merce resa Franco Fabbrica (Incoterms 2010),. Il Cliente è tenuto a comunicare preventivamente per iscritto al Fornitore e/o al Vettore gli orari abituali di magazzino e il personale preposto al ritiro dei prodotti.
5.2 – L’imballaggio standard è compreso nella fornitura ed è eseguito dal Fornitore secondo istruzioni interne. Qualora il Cliente necessitasse di imballaggi particolari, questi devono essere tassativamente indicati per iscritto nell’ordine Ed i relativi costi, preventivamente comunicati al Cliente, saranno a carico esclusivo di quest’ultimo.
5.2 – Con la rimessione dei materiali al Cliente o al vettore il Fornitore si libera dell’obbligo di consegna e tutti i rischi sui materiali stessi passano al Cliente, anche nel caso in cui il Fornitore sia incaricato della spedizione o del montaggio in opera.
5.3 – Tutti i termini di consegna hanno carattere indicativo e si computano a giorni lavorativi.
5.4 – Se non diversamente pattuito dalle parti, i termini di consegna iniziano a decorrere dal momento della conclusione del contratto, a meno che il Cliente non debba corrispondere parte del prezzo a titolo di acconto, perché allora la decorrenza dei termini è sospesa fintantoché non vi abbia provveduto.
5.5 – I termini di consegna si intendono prolungati di diritto: a) qualora il Cliente non fornisca in tempo utile i dati o materiali necessari alla fornitura o richieda delle varianti in corso di esecuzione o, ancora, ritardi nel rispondere alla richiesta di approvazione dei disegni o degli schemi esecutivi; b) qualora cause indipendenti dalla buona volontà e diligenza del Fornitore – ivi compresi ritardi di subfornitori – impediscano o rendano eccessivamente onerosa la consegna nei termini stabiliti.
5.6 – Fermo restando l’impegno del Fornitore a consegnare nei termini previsti i prodotti, al Cliente non spetta alcun rimborso e/o indennizzo per il ritardo della consegna,né tantomeno il Cliente ha titolo di recedere dal contratto, di risolverlo, di sospendere pagamenti o di formulare richieste risarcitorie.
5.6 – Nel caso in cui il Cliente non sia in regola con i pagamenti relativi ad altre forniture del Fornitore, la decorrenza dei termini di consegna è sospesa ed il Fornitore può ritardare le consegne fintantoché il Cliente non abbia corrisposto le somme dovute.
5.7 – Salvo quanto previsto nel successivo art. 11, nel caso di mancata presa in consegna dei prodotti da parte del Cliente per fatto a lui imputabile, o comunque, per causa indipendente dalla volontà del Fornitore, il Cliente sopporterà i rischi e le spese per la loro custodia.

6 – COLLAUDI E MONTAGGI
6.1 – Collaudi speciali, eventualmente previsti nella conferma scritta di accettazione d’ordine, verranno eseguiti a spese del Cliente nello stabilimento indicato dal Fornitore.
6.2 – Montaggio e collaudo in opera, se richiesti, verranno eseguiti dal Fornitore a spese del Cliente.

7 – PAGAMENTI
7.1 – Salvo diverso accordo, i pagamenti devono essere effettuati dal Cliente al Fornitore entro i termini previsti nella conferma scritta di accettazione d’ordine presso il domicilio del Fornitore o presso l’istituto di credito da questi indicato: in caso di ritardo il Cliente sarà tenuto al pagamento degli interessi moratori che verranno conteggiati di pieno diritto e senza necessità di costituzione in mora nella misura del tasso ufficiale di sconto in vigore nel Paese del Fornitore aumentato di tre punti, salva in ogni caso la facoltà per il Fornitore di chiedere il risarcimento del maggior danno subito e la risoluzione del contratto ai sensi di Legge e/o del successivo art. 11.

8 – CONFORMITA’ E RESI
8.1 – Salvo quanto previsto all’art. 3.8, il Fornitore garantisce la conformità dei prodotti forniti, intendendosi cioè che i prodotti sono privi di difetti nei materiali e/o lavorazioni e che sono conformi a quanto stabilito dalle parti e si impegna altresì ad analizzare eventuali criticità denunciate dal Cliente in tempi ragionevoli, tenuto conto per quanto possibile delle necessità di quest’ultimo.
8.2 – Il Cliente è tenuto non più tardi di 3 settimane lavorative dalla consegna dei prodotti, a denunciare per iscritto al Fornitore l’esistenza dei difetti con comunicazione che deve contenere, a pena di rifiuto di evasione, la descrizione dettagliata e specifica dei difetti, il numero dei prodotti sui quali i difetti sono stati riscontrati e la immediata messa a disposizione del Fornitore dei prodotti difettosi.
8.3 – Non saranno in alcun caso prese in considerazione dal Fornitore denunce di difformità generiche, incomplete o comunque svolte verbalmente.
8.4 – Il Fornitore s’impegna a sua scelta a riparare o sostituire gratuitamente i prodotti o le parti di essi che, a seguito di sua verifica, fossero risultati difettosi per ragioni indipendenti da colpa del Cliente o da cattiva manutenzione. Il Fornitore sarà tenuto esclusivamente a sostituire o riparare i prodotti difettosi con esclusione di qualsiasi altra garanzia, prestazione e responsabilità per danni di qualsiasi altra natura subiti dal Cliente. In particolare, il Fornitore non risponderà per alcuna voce di danno da lucro cessante, né per i ritardi di consegna dell’opera da parte del Cliente o per costi relativi al montaggio ed allo smontaggio della merce difettosa.5 – Le sostituzioni o le riparazioni vengono di regola effettuate Franco Fabbrica (Incoterms 2010): le spese ed i rischi per il trasporto dei prodotti difettosi sono a carico del Cliente. Tuttavia, qualora il Fornitore, d’accordo con il Cliente, ritenesse più opportuno svolgere i lavori necessari alla sostituzione o riparazione presso il Cliente, quest’ultimo sosterrà le spese di viaggio e soggiorno del personale tecnico messo a disposizione dal Fornitore e fornirà tutti i mezzi ed il personale ausiliario richiesto per eseguire l’intervento nel modo più rapido e più sicuro. In ogni caso, i prodotti o le componenti sostituiti rimangono di proprietà del Fornitore.
8.6 – Il reso di merce non conforme dovrà essere sempre preventivamente autorizzato per iscritto dal Fornitore ed in nessun caso il Fornitore accetterà resi non autorizzati. I materiali resi dovranno essere spediti a rischio del Cliente. Ad avvenuto reso, il prezzo di vendita verrà decurtato delle spese sostenute dal Fornitore. In caso di ricevimento di resi non autorizzati, il Fornitore avrà facoltà di restituirli al Cliente a spese di quest’ultimo o di trattenerli.
8.7 – Il Fornitore non risponde dei prodotti resi montati o utilizzati non correttamente, oppure che abbiano ricevuto una manutenzione insufficiente o siano stati modificati o riparati senza l’autorizzazione scritta del Fornitore. In nessun caso il Fornitore risponde di prodotti manomessi dal Cliente e/o da terzi senza la sua preventiva autorizzazione scritta, quand’anche detti beni fossero risultati non conformi. Il Fornitore non risponde, inoltre, dei difetti di conformità dei prodotti dovuti all’usura normale di quelle parti che, per loro natura, sono soggette ad usura rapida e continua.
8.8 – In ogni caso, la politica dei resi è subordinata al puntuale adempimento degli obblighi assunti dal Cliente.

9 – RESPONSABILITA’ DEL FORNITORE
9.1 – Il Fornitore è esclusivamente responsabile del buon funzionamento dei prodotti forniti in rapporto alle caratteristiche e prestazioni da lui espressamente indicate.
9.2 – Fermo quanto previsto all’art. 3.8, il Fornitore non assume, invece, alcuna responsabilità per l’eventuale difettoso funzionamento di macchine o sistemi realizzati dal Cliente o da terzi con componenti del Fornitore, anche se le singole componenti sono stati montati o collegati secondo schemi o disegni suggeriti dal Fornitore. La verifica della compatibilità delle applicazioni e la correttezza del montaggio e dei collegamenti elettrici è di esclusiva pertinenza e responsabilità del Cliente.
9.3 – In ogni caso, al di fuori delle ipotesi disciplinate dal D. Lgs. n. 206/2005 (Codice del Consumo), e salvo quanto previsto dall’art. 1229 c.c., il Cliente non potrà chiedere il risarcimento di danni indiretti, mancati profitti o perdite di produzione, né potrà pretendere a titolo di risarcimento somme superiori al prezzo della merce fornita.

10 – RISERVA DI PROPRIETA’
10.1 – Il Fornitore si riserva la proprietà dei prodotti forniti fino al pagamento integrale del corrispettivo da parte del Cliente, che si assume i rischi dal momento della consegna al vettore.

11 – CLAUSOLA RISOLUTIVA ESPRESSA E CONDIZIONE RISOLUTIVA
11.1 – Il contratto di fornitura sarà risolto di diritto ai sensi dell’art. 1456 c.c. per effetto della semplice dichiarazione scritta del Fornitore di volersi avvalere della presente clausola risolutiva espressa, qualora il Cliente: a) ometta o ritardi i pagamenti dovuti decorsi 60 (sessanta) giorni dalla scadenza pattuita, indipendentemente dal quantum dell’importo non ancora pagato; b) ritardi o manchi di prendere in consegna i prodotti nei termini previsti dal precedente art. 5; c) non osservi gli obblighi di divieto di utilizzo della documentazione e delle informazioni previsti dall’art. 3.
11.2 – Il contratto si intenderà risolto di diritto nel caso in cui il Cliente venga posto in liquidazione volontaria o sia stato assoggettato ad una qualsiasi procedura concorsuale.

12 – RECESSO CONVENZIONALE
12.1 – Nel caso in cui il Cliente diminuisca le garanzie che aveva dato o non fornisca le garanzie che aveva promesso, il Fornitore avrà facoltà di recedere dal contratto senza necessità di preavviso.

13 – LEGGE APPLICABILE
13.1 – Tutti i contratti di fornitura, anche laddove stipulati con Cliente operante all’estero, sono disciplinati dalle presenti CGV – che annullano e sostituiscono ogni eventuale accordo esistente tra le parti – ed esclusivamente dalla Legge italiana.

14 – FORO COMPETENTE
14.1 – Per qualsiasi controversia inerente l’esecuzione, interpretazione, validità, risoluzione, cessazione di contratti di fornitura intervenuti tra le parti è esclusivamente competente il Foro di Vicenza.

Molvena, 01/02/2018.